PROFESSIONISTI UE PER L’UCRAINA: un confronto sull’oggi e sul futuro

Il Comitato economico e Sociale Europeo (CESE)  ha organizzato un confronto on line presso il gruppo III, sul ruolo delle libere professioni nell’emergenza Ucraina durante il quale si è discusso dei problemi imminenti, ma anche del futuro di chi oggi è riuscito a fuggire ed è stato accolto.

“Come assistenti sociali – ha spiegato il presidente Gazzi, intervenendo – siamo coinvolti insieme agli altri professionisti per affrontare l’oggi, ma anche per costruire prospettive oltre l’emergenza. Ognuno per la sua parte sta facendo e farà quello che è necessario per assicurare il diritto all’istruzione e alla dignità del lavoro, insieme alla garanzia dei bisogni primari per chi è arrivato o arriverà fuggendo dalla guerra e dalla distruzione”.

Il gruppo del CESE ha poi proseguito i lavori in preparazione della prossima Giornata delle professioni liberali.