I nuovi articoli di Welforum scelti per ogni assistente sociale

Moltissimi nuovi articoli su welforum.it. Eccone una selezione per gli iscritti all’Ordine degli Assistenti Sociali:

“L’universalismo nel SSN: una traiettoria discendente?”, di Giovanna Vicarelli. A 45 anni dall’istituzione del Ssn l’autrice propone le sue riflessioni su quanto sopravviva dei caratteri universalistici previsti dalla Legge 833.

Claudio Castegnaro intervista gli avvocati Alessandra Cocchi e Giulio Rufo Clerici, per approfondire la l. 112/2016 e la rete di rapporti tra professionisti e figure all’interno delle istituzioni, con responsabilità sul piano della tutela delle persone fragili. L’articolo: “Progetti per il dopo di noi – ruoli, collaborazioni, strumenti necessari”

“Qualità del lavoro e dei servizi alla persona, l’articolo di Andrea Bernardoni sulla recente legge regionale umbra 2/24 approvata all’unanimità.

Proseguono le schede sui LEPS a cura di Franco Pesaresi: LEPS: Prevenzione allontanamento familiare – P.I.P.P.I.”

Torniamo sulla pandemia e sul recente volume di Costanzo Ranci, “Cronaca di una strage nascosta. La pandemia nelle case di riposo”, con due nuovi articoli: “Per non dimenticare. Le RSA nella pandemia”   e “La “strage nascosta” è importante per il futuro che abbiamo di fronte”

E dalla redazione di Welforum, firmato da Daniela Mesini ed Eleonora Gnan: “Crescono povertà e diseguaglianze”.

Inoltre, per l’area Professioni Sociali, segnaliamo in particolare:

“La professione del servizio sociale e la digitalizzazione nel welfare” di Giovanni Cellini e “La scuola dentro una stanza” di Giulia Maria Cavaletto

Segnaliamo inoltre che è ora online il video del recente seminario Welforum, dal titolo “Disabilità: cantieri e prospettive”, tenutosi a Cuneo il 6 marzo.

Come sempre, tante novità anche nella rubrica Segnalazioni, che trovate divisa per Sezioni in fondo alla home page del sito.  

Vi ricordiamo che gli articoli pubblicati su welforum.it vengono presentati ogni quindici giorni tramite la newsletter gratuita. Per riceverla basta lasciare qui il proprio indirizzo di posta elettronica: https://welfourm.it/newsletter.

Per informazioni: redazione@welforum.it