Rilancio e Semplificazioni: al lavoro per correggere e prevenire

Mentre proseguono i lavori parlamentari per l’ok delle Camere al Dl Rilancio e si susseguono le bozze del prossimo Dl Semplificazioni, continua il nostro impegno per far sì che le correzioni alle norme fin qui predisposte – correzioni dettate dalla nostra esperienza sul campo, dalla constatazione di un punto di partenza assolutamente inadeguato ai bisogni quotidiani aggravati dall’emergenza Covid – possano essere approvate.
Aspettiamo fiduciosi la conferma dell’investimento sulla nostra presenza nelle Usca (in alcune regioni si sono già attivate le procedure per utilizzare gli assistenti sociali); siamo stai inseriti tra i beneficiari di un fondo dotato di 10 milioni di euro per l’anno 2020 e destinato all’adozione di iniziative di solidarietà a favore dei famigliari di medici, personale infermieristico e operatori socio-sanitari, impegnati nelle azioni di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, che abbiano perso la vita in conseguenza del loro lavoro.
Fondamentale un altro emendamento che riguarda la sperimentazione e il finanziamento di nuovi modelli di integrazione socio-sanitaria.
Ringraziamo fin da ora i parlamentari che si sono fatti interpreti delle nostre proposte e chiediamo a tutti di sostenere le ragioni di chi non si è mai tirato indietro perché davvero nessuno rimanesse indietro.