Giovani professionisti: interlocutori della politica sempre, siamo una risorsa

Con i giovani professionisti davanti a Montecitorio, per sensibilizzare Parlamento e Governo, c’eravamo ieri anche noi. Nella nostra specificità di assistenti sociali, ma insieme agli altri professionisti, vogliamo essere interlocutori della politica in quelle che possono essere le azioni da mettere in campo soprattutto in questo momento particolare per il Paese. Siamo una risorsa, non un costo, è importante che passi questo concetto. Per questo abbiamo chiesto di essere interlocutori del #Governo con un tavolo permanente, di non essere discriminati nel riconoscimento di misure di sostegno economico alle imprese in difficoltà (Contributo a fondo perduto ex art. 25 #DLRilancio). Norme chiare, snellimento dell’apparato burocratico e  la riduzione della pressione fiscale.

Ci hanno ascoltati esponenti della maggioranza e dell’opposizione. Ora aspettiamo i fatti forti della solidarietà,  importante ma fin qui soltanto a parole, che abbiamo ricevuto ieri.

Grazie a Sanità Informazione per aver raccolto le dichiarazioni della consigliera Astarita e del presidente Gazzi.

Ecco le interviste di Giovanni Cedrone:

Liberi professionisti, anche gli assistenti sociali in piazza per chiedere sostegno al Governo