Reddito di Cittadinanza: polemiche inutili, tornare al modello Rei. Il nostro comunicato sui media

Il riscontro del nostro comunicato sul Reddito di Cittadinanza sui media.

ADNKRONOS

ADN0467 7 ECO 0 ADN ECO NAZ RDC: GAZZI, ‘DIBATTITO STUPEFACENTE, ALTRO CHE METADONE’ = Il presidente degli assistenti sociali, ‘basta polemiche, elenco di cose da fare noto da sempre’ Roma, 7 set. (Adnkronos) – ”Da una parte la difesa ad ogni costo, dall’altra la demolizione con dichiarazioni che servono soltanto a fare titolo. In mezzo…il nulla. Mentre la povertà non è stata abolita, né è stato trovato lavoro a chi non l’aveva. L’elenco di cose da fare per migliorare il Reddito di Cittadinanza è lì fin da quando la misura è stata decisa, ma visto il dibattito politico – questo sì stupefacente – l’unico obiettivo sembra quello di colpire una misura di Welfare di cui il Paese non può fare a meno. Perché i poveri c’erano e ci sono. E perché spesso, come sosteniamo da sempre, non è la mancanza di lavoro a determinare la condizione d’indigenza, ma biografie pesantissime e norme punitive come quella che permette la percezione del RdC soltanto agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni”. Il presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali, Gianmario Gazzi, rilancia il modello Rei e attacca la polemica politica ”alla sola ricerca di visibilità, non di soluzioni”. ”RdC uguale a metadone e non provvedimento di sviluppo…Non se ne può più di sentire dichiarazioni come queste che mostrano una totale ignoranza delle condizioni dei più fragili. Per mettere in campo provvedimenti di sviluppo bisogna attuare politiche attive del lavoro, vigilare perché non si facciano contratti da fame, combattere la precarietà e il lavoro nero. Per sostenere chi è povero, bisogna investire nei servizi e far sì che ogni situazione sia valutata per quello che è, senza criminalizzare chi per mille ragioni resta indietro. C’è qualcuno che vuole farlo davvero? – si domanda Gazzi, concludendo – o vogliamo continuare a riempire media vecchi e nuovi di titoli ad effetto?”. (Mcc/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 07-SET-21 12:45

DIRE – DIRE SOCIALE

DIR1039 3 POL 0 RR1 N/POL / DIR /TXT RDC. GAZZI (ASSISTENTI SOCIALI): DIBATTITO STUPEFACENTE, ALTRO CHE METADONE BASTA POLEMICHE, ELENCO DI COSE DA FARE NOTO DA SEMPRE (DIRE) Roma, 7 set. – “Da una parte la difesa ad ogni costo, dall’altra la demolizione con dichiarazioni che servono soltanto a fare titolo. In mezzo…il nulla. Mentre la povertà non è stata abolita, né è stato trovato lavoro a chi non l’aveva. L’elenco di cose da fare per migliorare il Reddito di Cittadinanza è lì fin da quando la misura è stata decisa, ma visto il dibattito politico – questo sì stupefacente – l’unico obiettivo sembra quello di colpire una misura di Welfare di cui il Paese non può fare a meno. Perché i poveri c’erano e ci sono. E perché spesso, come sosteniamo da sempre, non è la mancanza di lavoro a determinare la condizione d’indigenza, ma biografie pesantissime e norme punitive come quella che permette la percezione del RdC soltanto agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni”. Il presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali, Gianmario Gazzi, rilancia il modello REI e attacca la polemica politica “alla sola ricerca di visibilità, non di soluzioni”. Il Reddito di cittadinanza “uguale a metadone e non provvedimento di sviluppo… Non se ne può più di sentire dichiarazioni come queste che mostrano una totale ignoranza delle condizioni dei più fragili. Per mettere in campo provvedimenti di sviluppo bisogna attuare politiche attive del lavoro, vigilare perché non si facciano contratti da fame, combattere la precarietà e il lavoro nero. Per sostenere chi è povero, bisogna investire nei servizi e far sì che ogni situazione sia valutata per quello che è, senza criminalizzare chi per mille ragioni resta indietro. C’è qualcuno che vuole farlo davvero?- si domanda Gazzi, concludendo- o vogliamo continuare a riempire media vecchi e nuovi di titoli ad effetto?”. (Com/Ran/Dire) 12:52 07-09-21

DRS0065 3 LAV 0 DRS / WLF RDC. GAZZI (ASSISTENTI SOCIALI): DIBATTITO STUPEFACENTE, ALTRO CHE METADONE BASTA POLEMICHE, ELENCO DI COSE DA FARE NOTO DA SEMPRE (DIRE) Roma, 7 set. – “Da una parte la difesa ad ogni costo, dall’altra la demolizione con dichiarazioni che servono soltanto a fare titolo. In mezzo…il nulla. Mentre la povertà non è stata abolita, né è stato trovato lavoro a chi non l’aveva. L’elenco di cose da fare per migliorare il Reddito di Cittadinanza è lì fin da quando la misura è stata decisa, ma visto il dibattito politico – questo sì stupefacente – l’unico obiettivo sembra quello di colpire una misura di Welfare di cui il Paese non può fare a meno. Perché i poveri c’erano e ci sono. E perché spesso, come sosteniamo da sempre, non è la mancanza di lavoro a determinare la condizione d’indigenza, ma biografie pesantissime e norme punitive come quella che permette la percezione del RdC soltanto agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni”. Il presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali, Gianmario Gazzi, rilancia il modello REI e attacca la polemica politica “alla sola ricerca di visibilità, non di soluzioni”. Il Reddito di cittadinanza “uguale a metadone e non provvedimento di sviluppo… Non se ne può più di sentire dichiarazioni come queste che mostrano una totale ignoranza delle condizioni dei più fragili. Per mettere in campo provvedimenti di sviluppo bisogna attuare politiche attive del lavoro, vigilare perché non si facciano contratti da fame, combattere la precarietà e il lavoro nero. Per sostenere chi è povero, bisogna investire nei servizi e far sì che ogni situazione sia valutata per quello che è, senza criminalizzare chi per mille ragioni resta indietro. C’è qualcuno che vuole farlo davvero?- si domanda Gazzi, concludendo- o vogliamo continuare a riempire media vecchi e nuovi di titoli ad effetto?”. (Com/Ran/Dire) 12:52 07-09-21

 

ASKANEWS

Rdc, Gazzi: dibattito stupefacente, altro che metadone Rdc, Gazzi: dibattito stupefacente, altro che metadone Il presidente degli assistenti sociali: basta polemiche Roma, 7 set. (askanews) – “Da una parte la difesa ad ogni costo, dall’altra la demolizione con dichiarazioni che servono soltanto a fare titolo. In mezzo?il nulla. Mentre la povertà non è stata abolita, né è stato trovato lavoro a chi non l’aveva. L’elenco di cose da fare per migliorare il Reddito di Cittadinanza è lì fin da quando la misura è stata decisa, ma visto il dibattito politico – questo sì stupefacente – l’unico obiettivo sembra quello di colpire una misura di Welfare di cui il Paese non può fare a meno. Perché i poveri c’erano e ci sono. E perché spesso, come sosteniamo da sempre, non è la mancanza di lavoro a determinare la condizione d’indigenza, ma biografie pesantissime e norme punitive come quella che permette la percezione del RdC soltanto agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni”. Il presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali, Gianmario Gazzi, rilancia il modello REI e attacca la polemica politica “alla sola ricerca di visibilità, non di soluzioni”. “RdC uguale a metadone e non provvedimento di sviluppo?Non se ne può più di sentire dichiarazioni come queste che mostrano una totale ignoranza delle condizioni dei più fragili. Per mettere in campo provvedimenti di sviluppo bisogna attuare politiche attive del lavoro, vigilare perché non si facciano contratti da fame, combattere il lavoro nero. Per sostenere chi è povero, bisogna investire nei servizi e far sì che ogni situazione sia valutata per quello che è, senza criminalizzare chi per mille ragioni resta indietro. C’è qualcuno che vuole farlo davvero? – si domanda Gazzi, concludendo – o vogliamo continuare a riempire media vecchi e nuovi di titoli ad effetto?”. Pol/Gal 20210907T125553Z

 

VITA – VITA ON TWITTER

 

http://www.vita.it/it/article/2021/09/07/reddito-di-cittadinanza-oltre-le-dichiarazioni-ad-effetto-ce-qualcuno-/160334/

 

https://twitter.com/VITAnonprofit/status/1435226097671671812

 

AGI

Reddito: Gazzi, dibattito stupefacente, altro che metadone =

AGI0642 3 POL 0 R01 / Reddito: Gazzi, dibattito stupefacente, altro che metadone = (AGI) – Roma, 7 set. – “Da una parte la difesa ad ogni costo, dall’altra la demolizione con dichiarazioni che servono soltanto a fare titolo. In mezzoil nulla. Mentre la poverta’ non e’ stata abolita, ne’ e’ stato trovato lavoro a chi non l’aveva. L’elenco di cose da fare per migliorare il Reddito di Cittadinanza e’ li’ fin da quando la misura e’ stata decisa, ma visto il dibattito politico – questo si’ stupefacente – l’unico obiettivo sembra quello di colpire una misura di Welfare di cui il Paese non puo’ fare a meno. Perche’ i poveri c’erano e ci sono. E perche’ spesso, come sosteniamo da sempre, non e’ la mancanza di lavoro a determinare la condizione d’indigenza, ma biografie pesantissime e norme punitive come quella che permette la percezione del RdC soltanto agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni”. Il presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali, Gianmario Gazzi, rilancia il modello Rei e attacca la polemica politica “alla sola ricerca di visibilita’, non di soluzioni”. (AGI)com/Ser (Segue) 071531 SET 21

 

Reddito: Gazzi, dibattito stupefacente, altro che metadone (2)=

AGI0643 3 POL 0 R01 / Reddito: Gazzi, dibattito stupefacente, altro che metadone (2)= (AGI) – Roma, 7 set. – “Reddito di cittadinanza uguale a metadone e non provvedimento di sviluppo… Non se ne puo’ piu’ di sentire dichiarazioni come queste che mostrano una totale ignoranza delle condizioni dei piu’ fragili. Per mettere in campo provvedimenti di sviluppo bisogna attuare politiche attive del lavoro, vigilare perche’ non si facciano contratti da fame, combattere il lavoro nero. Per sostenere chi e’ povero, bisogna investire nei servizi e far si’ che ogni situazione sia valutata per quello che e’, senza criminalizzare chi per mille ragioni resta indietro. C’e’ qualcuno che vuole farlo davvero? – si domanda Gazzi, concludendo – o vogliamo continuare a riempire media vecchi e nuovi di titoli ad effetto?”. (AGI)com/Ser 071531 SET 21

 

REDATTORE SOCIALE

https://www.redattoresociale.it/article/notiziario/reddito_di_cittadinanza_gazzi_dibattito_politico_stupefacente_i_poveri_c_erano_e_ci_sono_

 

ANSA – ANSA PROFESSIONI

ZCZC3257/SXA XEF21250001478_SXA_QBXB R ECO S0A QBXB Reddito: assistenti sociali, stupefacente e’ il dibattito Gazzi, ‘ i poveri ci sono, polemica politica per visibilita” (ANSA) – ROMA, 07 SET – “L’elenco di cose da fare per migliorare il reddito di cittadinanza e’ li’ fin da quando la misura e’ stata decisa, ma visto il dibattito politico – questo si’ stupefacente – l’unico obiettivo sembra quello di colpire una misura di welfare di cui il Paese non puo’ fare a meno”, perche’ “i poveri c’erano e ci sono. E perche’ spesso non e’ la mancanza di lavoro a determinare la condizione d’indigenza, ma biografie pesantissime e norme punitive come quella che permette la percezione del reddito soltanto agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni”. A pensarla cosi’ il presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali, Gianmario Gazzi, che in una nota parla della “polemica politica alla sola ricerca di visibilita’, non di soluzioni”. Quanto alla definizione della leader di Fdi Giorgia Meloni, secondo cui “reddito e’ uguale a metadone”, il numero uno della categoria professionale afferma che sono “dichiarazioni che mostrano una totale ignoranza delle condizioni dei piu’ fragili”, e invita ad “attuare politiche attive del lavoro, vigilare perche’ non si facciano contratti da fame e combattere il lavoro nero”, si chiude la nota dell’Ordine. (ANSA). YM6-DOA 07-SET-21 17:58

 

https://www.ansa.it/professioni/notizie/ordini_professionali/2021/09/07/reddito-assistenti-sociali-stupefacente-e-il-dibattito_5945e4ec-2d9e-4ffa-a56c-230ed549a0f5.html

 

IL FATTO QUOTIDIANO

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/09/07/reddito-cittadinanza-la-replica-degli-assistenti-sociali-alle-critiche-dei-politici-totale-ignoranza-delle-condizioni-dei-piu-fragili/6313986/

 

LA DIFESA DEL POPOLO

 

https://www.difesapopolo.it/Idee/Reddito-di-cittadinanza-Gazzi-Dibattito-politico-stupefacente.-I-poveri-c-erano-e-ci-sono