Assistenti sociali e giornalisti per un’informazione senza pregiudizi e paure

A distanza di quasi sei anni non è venuta meno –  ma anzi, si è resa sempre più necessaria anche alla luce di fatti e conseguenti narrazioni non sempre corrette – la necessità di favorire la cooperazione di soggetti istituzionali chiamati a raccontare ed occuparsi di persone e gruppi sociali vulnerabili. Per questo, il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali, con il presidente Gianmario Gazzi e i consiglieri per la Comunicazione, Federico Basigli e Corrado Parisi e l’Ordine nazionale dei Giornalisti, con il presidente Carlo Bartoli e la Segretaria Paola Spadari, si sono incontrati oggi, nella sede dell’Odg, con l’intento di rinnovare il protocollo d’intesa siglato nel 2016.

Un primo scambio di opinioni su impegni e priorità da mettere in campo fin da subito per preparare un nuovo momento di confronto, ampio e condiviso con i professionisti iscritti ai due ordini, non soltanto per migliorare lavoro degli uni e degli altri, ma per permettere alle persone di essere informate sui proprio diritti sociali senza pregiudizi o paure.